Come lavare le camicie in lavatrice

Le camicie sono un indumento speciale e versatile: puoi usarle in occasioni formali, come un colloquio di lavoro, così come abbinarle a un paio di jeans per uno stile più casual. Ma cosa succede quando si sporcano? Si possono lavare le camicie in lavatrice o meglio portarle in lavanderia? Continua a leggere per saperne di più.

Come lavare le camicie in lavatrice

Come lavare le camicie in lavatrice passo dopo passo

Stavi mangiando un piatto di spaghetti e il sugo al pomodoro è volato sulla tua camicia preferita, oppure hai indossato una camicia bianca in un giorno particolarmente stressante e ora non sai come togliere quegli inestetici aloni gialli dalla zona ascellare? In ogni caso, non disperare: lavare le camicie in lavatrice è semplice, basta seguire i passaggi che ti indichiamo di seguito.

Primo passaggio: prima di iniziare con il lavaggio, verifica che la camicia possa essere lavata in lavatrice. Per farlo, controlla i simboli di lavaggio riportati sull’etichetta cucita all’interno dell’indumento. In caso contrario, sarà meglio affidarsi alle cure degli esperti e portare la camicia in lavanderia, onde evitare di rovinare il tessuto.

Secondo passaggio: se la camicia può essere lavata in lavatrice, allora procedi a separarla dagli altri indumenti. Infatti, se la camicia è bianca o chiara, andrà lavata con gli indumenti chiari, se invece è colorata andrà lavata con i colorati.

Terzo passaggio: mettila nel cestello della lavatrice e fai partire il lavaggio. Imposta una temperatura bassa, di massimo 40° centigradi, per evitare di rovinare il tessuto, che nel caso delle camicie può essere particolarmente delicato. Per lo stesso motivo, mantieni bassi i giri della centrifuga, o toglila completamente.

Quarto passaggio: non mettere la camicia in asciugatrice. Appendila piuttosto su una gruccia: così le pieghe più evidenti si distenderanno già durante la fase di asciugatura, rendendo più semplice il processo di stiratura. Appendi la gruccia con la camicia all’aria aperta o a una stanga dello stendino, ma non esporre mai gli indumenti ai raggi diretti del sole!

Fatto! La macchia è ancora lì? Allora ripeti il terzo e quarto passaggio. In caso di macchie ostinate, invece, continua a leggere per scoprire come intervenire.  

Come lavare le camicie in lavatrice: casi particolari

  • Pretrattare: in caso di macchie ostinate, è bene agire fin da subito. Se il tipo di tessuto di cui è fatta la camicia lo consente, utilizza K2R smacchiatore spray sulla macchia, lascia agire per 5 minuti e quindi procedi al lavaggio come mostrato nei passaggi sopra.
  • Aloni gialli: una cosa molto fastidiosa che può capitare con le camicie bianche sono gli aloni gialli all’altezza delle ascelle e del colletto, causati dal sudore. Per scoprire come eliminarli, leggi il nostro articolo dedicato a come rimuovere le macchie di sudore e gli aloni nella zona ascellare.
  • Lavaggio a mano: in caso di tessuti particolarmente delicati che non prevedono il lavaggio in lavatrice, puoi anche lavare le camicie a mano. Mettile in ammollo con un detersivo liquido come Dixan Color Liquido per massimo venti minuti, quindi risciacquale accuratamente, senza strofinare. Non sovrapporre gli indumenti bagnati e non strizzarli, ma stringili con delicatezza.

Lavare camicie in lavatrice: quale detersivo usare?

Per lavare le camicie in lavatrice, opta per un detersivo delicato e adatto anche alle basse temperature come Dixan Lavanda Liquido o Dixan Liquido Pulito & Igiene. In alternativa, usa Perlana Lana & Delicati per mantenere la morbidezza dei tessuti delicati, come ad esempio la seta.